/News

“Resto al Sud” incentivi per i giovani nelle regioni del Mezzogiorno

 

Resto al Sud è l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani nelle regioni del Mezzogiorno. La dotazione finanziaria complessiva è di 1.250 milioni di euro

CHE COSA SI PUÒ FARE

Avviare attività di produzione di beni e servizi.

Sono escluse dal finanziamento le attività libero professionali e il commercio.

A CHI SI RIVOLGE

Le agevolazioni sono rivolte a giovani tra 18 e 35 anni residenti nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Per tutta la durata del finanziamento i beneficiari non possono essere titolari di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato presso un altro soggetto. Possono presentare richiesta di finanziamento le società, anche cooperative, le ditte individuali e le persone fisiche che intendano costituirsi in società, dopo l’esito positivo della valutazione.

Con un emendamento si è successivamente stabilito che possono fare domanda tutti i giovani che non avevano compiuto 36 anni al 30 giugno 2017, data di avvio della misura.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese per ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili, per l’acquisto di impianti, macchinari e attrezzature, per programmi informatici e per le principali voci di spesa utili all’avvio dell’attività.

LE AGEVOLAZIONI

Il finanziamento copre il 100% delle spese ammissibili e consiste in: • un contributo a fondo perduto del 35% dell’investimento complessivo • un finanziamento bancario del 65% dell’investimento complessivo, garantito dal Fondo di Garanzia per le PMI. Gli interessi del finanziamento sono integralmente coperti da un contributo in conto interessi

COME SI PRESENTA LA DOMANDA

La domanda si presenta esclusivamente online, attraverso la piattaforma informatica di Invitalia accedendo al sito www.invitalia.it. Le domande sono valutate in ordine cronologico di arrivo.

dicembre 12th, 2017|News|

Voucher per la digitalizzazione delle PMI fino a 10.000 euro a fondo perduto

È una misura agevolativa per le micro, piccole e medie imprese che prevede un contributo, tramite concessione di un “voucher”, di importo non superiore a 10 mila euro, finalizzato all’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

La disciplina attuativa della misura è stata adottata con il decreto interministeriale 23 settembre 2014.

Il voucher è utilizzabile per l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:

  • migliorare l’efficienza aziendale;

  • modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;

  • sviluppare soluzioni di e-commerce;

  • fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;

  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Le domande potranno essere presentate dalle imprese, esclusivamente tramite procedura informatica, a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018.

novembre 16th, 2017|News|

Open Day per il CST Lab

Nasce il nuovo laboratorio targato “Cst Lab”. L’iniziativa, che sin dal suo inizio ha visto una stretta collaborazione con Arap e l’Agenzia Regionale per l’Informatica e la Telematica, punta a far fronte alla carenza di servizi d’innovazione rivolti agli Enti locali e alle Imprese che operano sul territorio. In particolare, il “Cst Lab”, si propone come incubatore di proposte per progetti innovativi, volti a realizzare un effettivo switch al digitale per tutti gli Enti pubblici e privati che sapranno approfittarne. Le soluzioni proposte consentiranno di condividere i costi di progetto tra i soggetti aderenti, aumentando altresì la soddisfazione degli utilizzatori finali che spesso coincidono con i cittadini e le imprese. Per questo molto importante sarà il miglioramento del coworking del Cst Lab qui i “coworkers” avranno la possibilità di interagire, decidere dove, quando, e quanto lavorare e quindi ognuno è in grado di contribuire con il proprio “talento” a un progetto comune, migliorandone il risultato finale. A tal proposito, per il 12 ottobre alle ore 18 nei locali di via dell’Industria 1 a Sulmona, è stato organizzato l’open day. Il Cst Lab mira a divenire una risorsa in grado di realizzare la cooperazione applicativa tra professionisti dell’era digitale e del marketing con gli altri Enti che agiscono sul territorio. La consulenza fornita da CST-LAB si baserà su attività specifiche eseguite in coworking tra cui individuazione dei bandi di finanziamento disponibili a livello Europeo, Nazionale e Regionale; identificazione o valutazione dell’idea progettuale, sia sotto il profilo del contenuto tecnico/innovativo, sia in merito alle richieste specifiche dei bandi individuati; identificazione di partner progettuali, qualora il bando di finanziamento lo prevedesse.

ottobre 27th, 2017|News|

On line il nuovo sito del CST Lab

E’ finalmente On line il sito del CST Lab!

ottobre 27th, 2017|News|

Nuove misure anche per l’Abruzzo

È in dirittura d’arrivo la misura dello sviluppo economico per mettere a disposizione di piccole e medie imprese voucher per la digitalizzazione e ammodernamento tecnologico delle aziende che hanno sede in regioni del Sud incluso l’Abruzzo
A metà luglio sono state deliberate le somme (64 milioni di euro) fino ad esaurimento quindi si presume che entro dicembre 2017 dovrebbe uscire il bando

ottobre 27th, 2017|News|
Load More Posts